Cosa mi serve davvero?

Cosa mi serve davvero? Cosa scelgo veramente?

Queste domande hanno iniziato a frullare nella mia testa quando ad un certo punto del mio percorso ecostenibile, mi sono ritrovata a voler comprare molte più cose di quelle che realmente mi servivano: stracci compostabili, spugnette di luffa, matite piantabili, spazzolini di bambù, occhiali da sole in legno… la lista di oggetti bellissimi ed eco sostenibili era lunghissima e faceva una bella concorrenza alle sirene di Ulisse!

Stavo diventando schiava del marketing online: appena si digita qualcosa nei motori di ricerca, subito si viene tartassati con pubblicità di prodotti in linea con le ricerche appena fatte. Il “suggeriti per te/scelti per te” alla fine sono stati decisi da un algoritmo, non realmente da me (te).

Però nel mio breve percorso avevo imparato che avere uno stile di vita eco sostenibile si avvicinava a quello minimal. Quindi prima di ogni acquisto domandarsi “di cosa ho veramente bisogno? Ciò che sto per mettere nel carrello è una mia scelta oppure mi sono lasciato influenzare da fattori esterni?”

E così mi sono resa conto che prima di acquistare quel meraviglioso shampoo solido, sarebbe stato meglio finire la scorta di prodotti in scatola che avevo già in casa… buttarla di certo non sarebbe stato per nulla eco!

Ho iniziato ad aprire ogni mio cassetto e vedere cosa mi serviva, cosa dovevo ancora finire e cosa invece avrei potuto regalare, per fare spazio a qualcosa di nuovo.

Ho scoperto che questa è proprio l’essenza del decluttering: liberarsi in modo consapevole (ed eco sostenibile) di ciò che non ci serve più per fare spazio a qualcosa di nuovo.

Trovare il giusto spazio ci farà anche sentire meglio. Predispone a energie di rinnovamento.

Come si può fare spazio in modo eco sostenibile?

  • Innanzi tutto finendo/consumando ciò che stavamo utilizzando e acquistando solo successivamente la sua versione eco.
  • Acquistare le giuste quantità che ci servono per evitare sprechi o mettere qualcosa nel cestino solo “perché è scaduto”
  • Se dobbiamo buttare qualcosa, facciamolo secondo la raccolta differenziata. L’app Junker in questo ci aiuta tantissimo: tra le varie funzioni segnala dove buttare i packaging semplicemente fotografando il codice a barre del prodotto! (Ne avevo parlato in questo articolo https://bit.ly/green_app )
  • Se si tratta di vestiti si può organizzare uno swap party (https://bit.ly/ecolulluswapparty), donarli a chi ne ha bisogno o magari rivenderli. Ormai esistono diversi siti dove si possono vedere e acquistare indumenti usati. Lo stesso vale anche per gli oggetti: si possono mettere in vendita o donare ad associazioni che aiutano chi si trova in un momento di difficoltà economica.
  • Comprare l’usato! Anche se i materiali con cui è fatto un oggetto non sono proprio eco sostenibili, se esiste già, perché doverne creare un altro? E’ il caso dei libri, delle biciclette, pc, mobili, vestiti… se in buono stato e soddisfano la nostra richiesta, anche usati sono ottimi!

Aver cura di un oggetto significa dargli anche la giusta dignità! Al posto di rinchiudergli in cassetti tra la polvere e i ricordi, ringraziamoli per tutto ciò che ci hanno dato e diamo loro una nuova vita.

Pubblicato da luisa vernelli

Attrice, speaker radiofonica per Radio Sange in cui conduce "Weekend Lulu" un programma di buone notizie on onda ogni weekend. Fin da piccola si riempiva le tasche delle giacche e pantaloni con carte, fazzoletti e altri rifiuti pur di non buttarli mai in terra! "Se vuoi cambiare il mondo diffondi il bello per far sì che si moltiplichi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: