A MILANO STA PER ARRIVARE UNA FOOD FOREST: 2000 PIANTE STANNO PER ESSERE PIANTATE PER CREARE UN ECO-SISTEMA TUTTO DA GUSTARE

Quante volte, vivendo in città, ci si è ritrovati a pensare “eh sarebbe bello se ci fosse più verde, delle piante da frutto…”

Ma da oggi, a Milano tutto questo sarà possibile grazie al progetto “Food Forest” che prenderà vita nel Parco Nord di Milano .

Ma cosa significa esattamente “Food Forest”? Il progetto si fonda su uno dei principi della permacultura e simula quello che avviene in un bosco: consiste nel coltivare un’area con piante con diverse altezze in modo sinergico così da ottimizzare l’uso di risorse, acqua e manutenzione.

L’area avrà un’estensione di 10 mila metri quadrati e 2 mila piante tra: acero, biancospino, carpino, ciliegio, frassino, melo selvatico, nocciolo, pero selvatico, prugno, rosa canina, sanguinella, quercia e tiglio.

Al momento è possibile adottare le piante in 2 modi: attraverso crowdfunding su wownature.eu ( https://www.wownature.eu/ ), oppure gustando un buon piatto il sabato (a partire da sabato 11 Luglio) in uno dei ristoranti della catena “That’s Vapore” che donerà il 50% del ricavato dei piatti vegetariani alla piantumazione di alberi. La formula è valida il sabato sia per i piatti consumati in loco che d’asporto. That’s Vapore da sempre si impegna in scelte eco sostenibili: il packaging d’asporto, ad esempio, è interamente biodegradabile e i locali sono alimentati da energie rinnovabili. (Pagina facebook di “That’s Vapore https://www.facebook.com/ThatsVapore/ )

Le piante adottate saranno messe a dimora tra ottobre e novembre e tutti quelli che hanno contribuito alla raccolta, potranno partecipare all’evento autunnale di messa a terra.

Cosa sarà possibile fare nel Food forest? Verranno strutturati tre percorsi stagionali: primaverile, estivo e autunnale per creare un viaggio tra storia, usi e ricette delle piante. Un modo per conoscere le piante che crescono nel nostro territorio e valorizzarne gli impieghi. Una volta che le piante saranno mature e inizieranno a dare i loro frutti, sarà anche possibile gustarli.

Inoltre, una volta diventate grandi, ciascuna pianta sarà in grado di trattenere tra i 7 ed i 33 kg di CO2 ogni anno.

Iniziativa bellissima che andrebbe replicata in ogni città! Beh quasi quasi sabato vado a pranzo da That’s Vapore per contribuire a questa novità. Qualcuno vuole unirsi?

FONTE: Elle

Pubblicato da luisa vernelli

Attrice, speaker radiofonica per Radio Sange in cui conduce "Weekend Lulu" un programma di buone notizie on onda ogni weekend. Fin da piccola si riempiva le tasche delle giacche e pantaloni con carte, fazzoletti e altri rifiuti pur di non buttarli mai in terra! "Se vuoi cambiare il mondo diffondi il bello per far sì che si moltiplichi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: