28 Maggio giornata internazionale dell’igiene mestruale

28 (Maggio), data non casuale che infatti coincide con il numero di giorni che le donne segnano sul calendario: chi disegna un fiorellino sul giorno atteso, chi un teschio, chi invece puntualmente magari se ne dimentica. Chi inizia a capire che il giorno “rosso” è vicino perché tra gonfiore all’addome, al seno, ormoni impazziti, voglie di qualunque cibo contenga grassi e zuccheri, chi creerebbe un altro pianeta per spedirci tutto il genere umano e restare da sola… i sintomi ci sono tutti.

Di cosa parliamo? Del ciclo mestruale.

Non ho competenze mediche/ginecologiche e quindi le lascio volentieri alle esperte.

Ma mi piacerebbe percorrere insieme un piacevole viaggio in questo mondo femminile: tabù, luoghi comuni, assorbenti e iniziative solidali!

Tabù e luoghi comuni

Nulla a che fare col campo medico/ginecologico: non vorrei prendermi la responsabilità di gravidanze inattese… non mie!
  • Non toccare le piante se hai il ciclo: la pianta potrebbero morire, oppure non dare frutti o fiori. Ok quindi non si tratta si pollice verde, ma di giorni “sbagliati” -.-”
  • Se si cucina col ciclo, il cibo non viene buono: ecco allora il responsabile è il ciclo se l’arrosto si è bruciato -.-“
  • Vietato fare la doccia o il bagno durante il periodo mestruale: questa è perfetta, sì per una nuova pandemia -.-“

Ne conosci altre? Dopo aver riso un po’ sul ciclo, vediamo di scoprire come poter adottare un comportamento eco sostenibile anche in quei giorni.

SOLUZIONI ECO SOSTENIBILI A MISURA DI CICLO MESTRUALE

Piaceranno anche al portafoglio!

Lo sapevi che sommando i giorni totali nella vita di una donna durante i quali ha le perdite mestruali, partendo dalla prima mestruazione (il menarca) fino alla menopausa si avrebbe come risultato: 7 anni! Circa 2.555 giorni di perdite mestruali che però rateizziamo ogni mese.

Bell’investimento eh… soprattutto se si pensa a quanti soldi si spendono mediamente ogni mese per assorbenti e tutto il resto.

In Italia si discute ancora a proposito dell’iva al 22% sugli assorbenti, come se fossero un bene di lusso e non di prima necessità, mentre in altri Paesi sono gratuiti.

In alcuni uffici e scuole, invece, è scattata la solidarietà femminile e così alla toilette è possibile trovare la cesta degli assorbenti con la scritta: se hai la possibilità donali, se non puoi prendili. Alzi la mano chi si è ritrovata ad averne bisogno, ma la provvista in borsa era terminata? Vogliamo questa cesta in ogni toilette.

Ma gli assorbenti usa e getta non sono proprio eco friendly poiché si accumulano creando rifiuti.

Quali soluzioni adottare?

Scopriamole.

Assorbenti lavabili.

Praticamente si usano, si lavano/sterilizzano e riutilizzano all’infinito (o quasi).

In commercio ce ne sono di molto carini con fantasie colorate e molto allegre. Facili da applicare: si fissano all’ intimo con un bottoncino che si trova sulle loro ali e poi ci si dimentica di indossarli. Meglio quelli con le fibre naturali che sono morbidissimi. Protezione garantita.

Ma se non si è a casa? Diventa complicato cambiarli?

Domande più che lecite alle quali c’è la soluzione! Possiamo portarli sempre con noi in borsa all’interno di un contenitore. Solitamente vengono venduti insieme al loro sacchettino molto carino e impermeabile. Gli assorbenti si ripiegano su se stessi ed hanno un bottoncino sulle ali che ha una doppia funzione: sia per fermarli al nostro intimo, sia per richiuderli una volta utilizzati.

Più facile a farsi che a dirsi!

Si possono lavare a mano oppure in lavatrice. Si consiglia di metterli prima sotto l’acqua fredda e poi passare al lavaggio. L’acqua calda tende a far fissare il sangue.

Altra soluzione zero rifiuti: la coppetta.

Se ne parla ormai da diversi anni: realizzate con siliconi sicuri (meglio informarsi prima dell’acquisto) si differenziano dai tamponi assorbenti interni che non si limitano infatti ad assorbire solo il flusso mestruale ma anche il muco cervicale ed è per questo motivo che possono causare alcuni disturbi. La coppetta invece raccoglie solo le perdite mestruali. Da studi recenti pare che le coppette riducano anche i fastidi intimi femminili causati da funghi.

Facili da indossare e maneggiare: basta prenderci un po’ la mano. Ma chi le prova, non torna più indietro!

Solitamente la vita media di una coppetta varia dai 5 ai 10 anni.

La spesa per queste soluzioni??

Da 20 fino a circa 50 euro ogni 10 anni! Si nota una leggera differenza con gli assorbenti usa e getta? Ma soprattutto quanti rifiuti in meno da smaltire?

Non essendo io una ginecologa, nè un medico, il mio consiglio è quello di di parlare con il proprio medico di fiducia per trovare gli assorbenti e/o coppette più adatte a te!

Un’iniziativa solidale firmata Intimina.

Attenzione è valida solo fino al 14 Giugno 2020

In occasione della giornata internazionale dell’igiene mestruale, Intimina ha lanciato un’iniziativa solidale: acquistando una coppetta mestruale sul loro sito verranno donati 5€ a ONG specializzate nella protezione e nel benessere delle donne.

Un’ottima motivazione per provare anche le coppette! Sul loro sito se ne trovano tantissime, dai un occhio: http://www.intimina.com

Meglio non arrivare impreparate dal prossimo ciclo!

Un abbraccio a tutte le donne.

Pubblicato da luisa vernelli

Attrice, speaker radiofonica per Radio Sange in cui conduce "Weekend Lulu" un programma di buone notizie on onda ogni weekend. Fin da piccola si riempiva le tasche delle giacche e pantaloni con carte, fazzoletti e altri rifiuti pur di non buttarli mai in terra! "Se vuoi cambiare il mondo diffondi il bello per far sì che si moltiplichi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: